AGGIUNGI LA TUA PAGINA FACEBOOK

AFFITTA QUESTO SPAZIO

SE VUOI AFFITARE QUESTO SPAZIO CONTATTA ORA: studentefreelance@gmail.com

Affitta questo spazio per la tua pagina facebook

martedì 14 aprile 2009

Il marketing intorno alla storia

Il mio dilemma è:

Può la storia diventare strumento di marketing di un territorio?


C'è chi della storia ne ha fatto una propria ragione d'essere, vedi città famose per i propri reperti archeologici.

C'è chi invece preferisce non dare troppa importanza ad eventi e reperti del passato.

Quindi quello che provo a lanciare in questa discussione è:


E' giusto dare valore ad un evento della NOSTRA storia ed attraverso strumenti di marketing dare ricchezza per al territorio?



La storia di cui parlo è quella dei misconosciuti "Campi di Marco".


Come ne sono venuto a conoscenza?

Come si legge nel sottotitolo del mio blog "La scuola è oltre le mura scolastiche" .

Ne sono venuto a conoscenza pernottando nel mio B&B preferito...Villa Lopez

Attraverso una chiaccherata la proprietaria del B&B mi ha fatto scoprire questo tratto della storia che non conoscevo assolutamente.

Essendo un appassionato nonchè laureato in Comunicazione mi domando:


E' giusto NON dar valore ad un evento della storia simile?

Oppure

Quali strumenti di marketing utilizzereste per un "prodotto" simile?

La mia proposta sarebbe:

1a FASE

Inidividuare prima di tutto il territorio specifico dell'evento della storia.

Creare dei servizi stampa per il ritrovamento dei reperti.

Dare consapevolezza ai cittadini del luogo di questa scoperta importante ( è attraverso loro che si può garantire l'eco della scoperta)

Dare notizia attraverso i comuni limitrofi di cosa sia quel luogo

Impiantare cartellonistica adeguata creando un percorso

Informare le scuole e quindi gli studenti;Far circolare il "prodotto" attraverso piccoli concorsi a tema sull'evento, stimolando magari le materie letterarie e di storia

2a Fase

Fornire i vari servizi, tipo B&B o ristoranti, di fascicoletti sulla storia di quell'evento

Creare eventi annuali sul luogo, come punto di ritrovo e di discussione

Utilizzare la stretegia dei souvenir e libri sulla storia del luogo e dell'evento in particolare

Invitare storici e letterati moderni per discutere di quell'evento.

Propagare la notizia attraverso il web.


Forse con questi e tanti altri piccoli stimoli si potrebbe dare il valore meritato ad un evento della storia rimasto sommerso.


Io provo a lanciare un input nei blog dei paesi più o meno limitrofi a Cittanova, Melito Porto Salvo e Reggio Calabria, lasciando un commento nei blog del network Blogolandia. Anche se non sono molto proficui di post magari leggono lo stesso la notizia e vorranno approfondire di più...

http://www.wikio.it

1 commento:

zahxara ha detto...

Bè, Daniele,
il tuo post, al giorno dopo della nostra splendida conversazione, suscita in me commozione ed entusiasmo.
Se tutti i ragazzi come te prendessero la parola e sopratutto agissero, come fai tu, all'insegna dell'amore per la propria terra, allora la Calabria avrebbe davvero una speranza. Una sola, grande possibilità.
Il mio grazie è anche il grazie di questa terra misconosciuta ed avvilita dal disinteresse dei suoi stessi figli.

Un forte abbraccio.....

Ps; mi dispiace non mi ero resa conto che, cambiando sfondo, il post risultasse pressochè illegibile; ho cercato di sistemarlo ma ci tornerò con calma per ridargli il giusto colore.

Il mio B&B ti ringrazia per il "preferito" :-)

Sei un food blogger ?

Related Posts with Thumbnails

Un B&B da vivere....